Come essere più creativi? Impara l’arte dell’incubazione

Come essere più creativi - Coaching per migliorare la performance artistica

Come essere già creativi? Per prima cosa devi conoscere come funziona la creatività.

Lascia che ti racconti una storia che parla di come diventare più creativi.

Il nostro protagonista è uno scrittore che immagino come l’effige di Ernest Hemingway: con la barba bianca, i capelli scarmigliati ed un dolcevita nero.

Puoi imaginarlo da solo, in una baita di montagna, seduto di fronte ad una vecchia scrivania, con il suo portatile, un nuovo foglio Word, il cursore che lampeggia, una pagina bianca.

Si fa sera: al buio di un lume lo sforzo mentale è massimo.

Le idee? Zero.

Vuoto dello scrittore.

Sottoforma di fogli accartocciati, le idee, vittime della prova dei fatti, rimbalzano gettate alla rinfusa dentro e fuori un cestino, tomba dell’ispirazione.

Poi il nostro eroe dai capelli bianchi, si arrende. 

Dopo molti giorni di lavoro, stremato, esce di casa, trascinandosi e strabuzzando gli occhi ormai troppo sensibili alla luce.

Abbandona la lotta.

Va in un parco o al mare, in montagna…

… insomma in un altrove scevro da qualsiasi attributo connesso al problema.

E dimentica.

Spegne il cervello e riposa nel nulla.

Ed è proprio qui che la magia avviene.

La mente conscia rallenta, quella inconscia inizia a unire il tutto al niente, i numeri ai colori, la musica alla polvere.

Inconsapevolmente, guidato dalla natura inizia a trovare connessioni nuove senza sapere di farlo. Poi il miracolo avviene: insight. Ora sa cosa scrivere



Come essere più creativi? Smetti di pensare ed inizia ad “incubare”.

La creatività è la più elevata delle qualità umane: il sole intorno al quale orbita il concetto stesso di arte.

Gli studi scientifici sulla creatività sono ormai innumerevoli: esistono più 60 definizioni diverse di creatività.

Praticamente ogni autore ha la propria, creativa, definizione di creatività.

Tuttavia esistono dei concetti chiave che ritornano tutte le volte quando si parla di come diventare più creativi… ed uno fra questi è il concetto di incubazione creativa.

In sintesi: esistono due modi di pensare.

  • Top-down: dove la nostra mente razionale comanda dall’alto. E’ logico, convergente, in serie, conscio. E’ quel modo di pensare in cui ragioni, rifletti… cerchi soluzioni. Ti sforzi, in un certo senso.
  • Bottom-up: dove ogni neurone lavora in parallelo. E’ il modo di pensare creativo, divergente, in parallelo, inconscio. E’ quando ti distrai e lasci che l’inconscio continui la propria elaborazione in autonomia, senza venir limitato dalla mente logica. Lasci andare.

Le neuroscienze ci dicono che quest’ultimo prende forma quando la mente conscia, razionale, logica, in particolare la corteccia pre-frontale dorsolaterale, si spegne ed entra in uno stato di “riposo”: l’emisfero destro, quello creativo, prende quindi il sopravvento.

La mente inizia a vagare, a cercare soluzioni originali, estetiche, inattese, flessibili. Tutto ciò avviene in uno spazio chiamata “Fringe” (frangia) che si verifica quando smettiamo di fissarci su pensieri chiari, distinti e lasciamo che il pensiero fluisca da solo.

Il creativo è un maestro nello smettere di pensare consciamente,
per pensare inconsciamente”.
Marco De Filippo



Essere più creativi è più facile se sei sensuale: la musa ispiratrice.

C’è una stretta connessione fra creatività e sensualità, quindi. La sensualità concerne l’uso dei sensi, vista, udito, olfatto, gusto, tatto, propriocezione ed equilibrio.

Se vuoi essere più creativo devi essere più edonista, più sensuale: lasciarti ispirare da qualcosa che ti coinvolge sensorialmente e distrarti dal tuo fine artistico (es. scrivere una storia, un nuovo brano…), almeno per un po’.

Cosa significa questo? Significa che devi smettere di cercare soluzioni mettendo la tua mente razionale sottosforzo, ed imparare piuttosto a lasciar andare, entrando in uno stato di riposo, in cui sei al meglio.

Smettere di chiacchierare, di parlarti in testa ed iniziare ad osservare, ascoltare, sentire.

Il compito della musa ispiratrice è proprio questo. Portarti nel mondo della sensualità dove i sensi prendono il sopravvento, torni qui ed ora e la mente razionale tace.

La mia musa è il mare, per esempio.

Quando il mare, la sabbia, il sole pervade tutti i miei sensi, la mente razionale smette di bloccare il processo creativo e, dopo poco, ho un0ispirazione che sembra giunta spontaneamente dall’alto o da fuori di me (subitaneità).

In realtà proviene da dentro, da quei meccanismi profondi di pensiero che non controlliamo ma, semplicemente, lasciamo andare creando i presupposti perché possa accadere.

Da circa 15 anni lavoro intorno all’idea do creatività ed insegno un metodo estramamente sensuale, corporeo, somatico, per lasciarla fluire.

Una volta che avrai fatto tua questa abilità, diventare più creativo non sarà più un problema.

E dulcis in fundo, esprimere chi sei attraverso la tua arte. Che il nostro fine più nobile.

Come essere più creativi quindi? Ho preparato un corso per te, lo trovi qui!




SCRIVI LA TUA MIGLIORE E-MAIL

Entro 30 secondi invierò un video in cui ti svelerò come tirare fuori la tua miglior performance letteralmente a comando. Con qualsiasi platea. Qualsiasi emozione tu stia provando.
A dispetto di tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
1
Scrivimi su whatsapp!